Di tutti i comportamenti psichici e di tutte le emozioni che regolano il nostro rapporto con la realtà esterna, forse, la paura è la più “adattante” e “aggiustante”. È attraverso la paurache noi percepiamo situazioni di pericolo ed è in base a questa comprensione, che prevede un percorso non privo di iniziali rischi (pensiamo al bambino che si brucia e di conseguenza ha poi paura del fuoco), che organizziamo percorsi che evitano e prevengono il pericolo. Grazie alla paura il processo evolutivo ha favorito la specie umana rispetto ad altre specie. Infatti noi accompagniamo questa sensazione all’ipotesi del pericolo, ma soprattutto alla memoria sia individuale che di specie, del rischio di un evento.

Questi brevi racconti parlano proprio di questo: dell'angosciante ipotesi della fine del mondo e degli esiti sull’umanità di catastrofi atomiche o naturalisu. Ma c’è anche altro, altre paure come quella condizione umana che è rimasta e rimarrà invariata, nel
percorso dell’uomo: parla dell’amore, del ricordo, della nostalgia, dell’emarginazione dell’essere e sentirsi diversi.

Per conoscere al meglio gli uomini è necessario e utile sapere quali siano le loro paure e le loro angosce.

LE PAURE - Storie di spettri, demoni e altre paure

€14.00Prezzo
  • Gian Ugo Berti, Neurochirurgo, giunge alla narrativa dopo l’esperienza quarantennale di giornalista medico. Dal 1978 collaboratore del quotidiano Il Tirreno e del Gruppo Editoriale Repubblica - L’Espresso, ha prestato il suo contributo giornalistico e scientifico ad AGL, Agenzia Giornali Locali - Radio Capital - Kataweb Salute - Repubblica Salute.
    Susanna Berti Franceschi è vicepresidente della Fondazione storica nazionale “Angiolo e Maria Teresa Berti”. Si occupa di storia “di
    genere”, in particolare nel periodo medioevale.