L'attenzione riservata alla Contessa di Castiglione si è distesa lungo i secoli, senza mai interrompersi. Le pagine di questo libro intendono porre in evidenza i suoi luoghi e registrare quanto e come siano vivi il ricordo e la memoria di questo personaggio. Viene così tracciato un itinerario da seguire: un curioso motivo

di viaggio per scoprire il fascino clamoroso che ha accompagnato la vita di Virginia Verasis. Un percorso che parte dalla città natale di Firenze, arriva alla amata La Spezia, raggiunge Torino, visita le proprietà piemontesi di Costigliole d’Asti e Castiglione Tinella, giunge a Parigi. Si svela così, fin nell'attualità, l'interesse che si è sviluppato intorno alla bella Virginia, fiutando anche le tracce dell'umore popolare che si è trasmesso nei luoghi che l'hanno vista protagonista. Vengono poi considerate le produzioni artistiche e letterarie che la riguardano, tracciando un quadro esplicativo delle figure, dei soggetti e delle sceneggiature

che si sono allestite finora, oltre alla generale diffusione della sua immagine. È la constatazione di una storia infinita, la consapevolezza di essere di fronte a qualcosa di immortale.

L'IMMORTALE FIGURA DELLA CASTIGLIONE

€14.00Prezzo
  • E' stato tra i primi fondatori e poi presidente dell'associazione "Contessa di Castiglione", direttore dell'enoteca regionale "Colline del Moscato", è ora sindaco del Comune di Castiglione Tinella, luogo dove vive e lavora. E' giornalista, scrive testi per la comunicazione attraverso il marchio "L'altrocanto", è autore di canzoni e poesie, collabora con il giornale "Gazzetta d'Alba". Ha pubblicato il volume "Terra d'Aprile" con un CD di canzoni dallo stesso titolo (2001), i volumi di poesia "Langhe, il Canto della Terra" (2004), "Dentro l'anima delle colline" insieme a Giuseppe Artuffo (2005), il libro in prosa e poesia "Fatto Uomo, a vent'anni mi prese la guerra" (2010) e il volume di poesia "Cinque anni da sindaco in sessantanove (quasi) haiku" (2015). 

  • ISBN 978-88-956287-4-5

    15 X 21- Pagine 152