Dodici racconti, uno per ogni mese dell'anno. Con un approva snella e mai banale, semplice solo in apparenza, l'autrice ripercorre i sentieri della memoria che conducono, spesso, a mete inattese e sorprendenti. A quelle stagioni di vita, chiuse in un recente passato, dove la fatica quotidiana e le durezze del lavoro si stemperavano nella gioia di desideri semplici ma sinceri e nel piacere perduto delle piccole cose. Non si tratta di un inflazionato rimpianto del tempo che fu ma, piuttosto, della nostalgia per quelle verità che strada facendo sono andate smarrite ma che, a chi oggi possiede ancora occhi e cuore per coglierle, potrebbero rivelarsi utili, se non addirittura essenziali, per contrastare il dilagante vuoto di valori in cui, giorno dopo giorno, affonda la nostra arida società.

IL PROFUMO DELLE ROSE ANTICHE

€14.00Prezzo
  • Nata a Barge, in provincia di Cuneo e vive a Torino Laureata in pedagogia e in psicologia, dopo la carriera di insegnante di lettere si è dedicata alla fotografia naturalistica per appagare il suo amore per la Natura. Autrice di numerosi libri, ama aprire i forzieridella memoria e riportare alla luce avvenimenti sommersi dalla polvere del tempo. Con "Il bambino che sognava gli angeli" (2014), libro che dà voce ad un atestimonianza sul nostro grande passato di povertà ed emigrazione, è stata finalista all'edizione 2014 del Premio Letterario "Rein encreuse, libro che cammina". 

  • ISBN 978-88-956285-5-4

    15 X 21 - Pagine 144