Nel breve periodo in cui il Regio Esercito occupò una parte della Francia meridionale, migliaia di ebrei cercarono rifugio nella zona di occupazione italiana. Durante i mesi che vanno dal novembre 1942 al settembre 1943 la Costa Azzurra, la Savoia e il Delfinato divennero un inaspettato riparo in un’Europa dominata dal nazifascismo e il principale alleato della Germania nazista svolse la funzione di protettore nei confronti di quel popolo che lo stesso Reich tedesco aveva deciso di distruggere.

Gli italiani rifiutarono con fermezza di permettere la deportazione degli ebrei rifugiati nella loro zona di occupazione, e si riservarono il diritto di proteggerli e di decidere della loro sorte. Ma non è solo una storia di rapporti politici, militari o diplomatici. È anche una storia di umanità e di coraggio, di cinismo e di furbizia, una storia fatta di tante piccole storie, all’interno della grande tragedia della seconda guerra mondiale e dell’Olocausto. Una bella storia che merita certamente di essere raccontata.

IL COMPLOTTO DEL BENE

€15.00Prezzo
  • Lorenzo Matta è nato ad Asti nel 1991 dove, nel cuore della città, oggi gestisce una struttura di accoglienza turistica. Si è laureato in Storia Contemporanea all’Università di Torino con una tesi sulla colonizzazione tedesca.

    Nel 2016, per Team Service, ha pubblicato la “Guida di Asti e del suo territorio”, scritta insieme ad Alessandro Besio.

  • ISBN 978-88-85557-18-5

    15x21 - Pagine 192