Monologhi brevi o più lunghi, dove l’Autrice, mentre si vieta gli abiti o la maschera di un Savonarola (la scrittrice, a quanto ne so, preferisce gli abiti a fiori), predilige, invece, una modalità ricettiva di raccontarci un diario steso sulle pagine del disagio di vivere giornaliero, a volte esso stesso quotidiano cardiogramma di un burnout. Ma sarebbe un errore pensare a una sua rassegnata acquiescenza, alla bandiera bianca issata a fronte di una dissolvente contemporaneità. Del resto, Tiziana Fraterrigo – siciliana d’origine e brianzola d’adozione, ma pure medico, madre, attivista culturale e sociale – non prevede, per la sua protagonista, nessuna fuga dalle segrete di questa nostra strana epoca, restando, anzi, spesso in bilico tra il rifiuto esistenziale e la pratica accettazione della modernità, dei suoi cascami e dei suoi ordigni.

 

DORMO DA SOLA

€9.50Prezzo
  • Tiziana Fraterrigo, medico e mamma, con la passione per la scrittura, quasi fosse il mezzo per elevarsi sopra tutta la sofferenza quotidiana.

    Vive in Brianza da un quarto di secolo domandandosi perché non hanno messo anche lì il mare. Così si accontenta di un lago che acqua

    salata non è. Si alterna tra il bianco e il nero delle sensazioni perché i grigi o le tinte pastello non si accompagnano al suo colorito. Vorrebe vedere tutti con un sacchetto di velluto blu pieno di semi brillanti, uno per ogni valore dimenticato.

    Però rimane, anche lei, una mamma italiana.

  • ISBN : 978-88-85557-33-8

    12 x 16 - Pagine 48